introduzione di href zine al numero 2021 di "Technoid Natures": "Questo numero di href zine scopre e apprezza l'altro che umano e l'umano da incorporare negli stessi spazi e paesaggi più che umani. Allo stesso tempo questo href zine riunisce paesaggi progettati, scritti, emersi, letti e stampati, che derivano la loro forma dalla partecipazione e dai contributi. Sulla base di questa situazione iniziale, la nostra agenda per destabilizzare l'eccezionalità umana e ridistribuire i privilegi umani, in primo luogo de-territorializza le tecnologie umane come indicatori di superiorità, e in secondo luogo per rivedere e ripensare le nostre tecnologie umane come strumenti di riconnessione con il mondo.Questo numero di href zine sogna di nature tecnoidi, che sono condivise e abitate da altri che umani e umani, tutto ciò che è nato, cresciuto e realizzati, mediati da tecnologie e pratiche ”.

Un'intervista + il testo della narrazione per il mio cortometraggio

'La tempesta è ciò che chiamiamo progresso' è descritto a pagina 54-63.

Lotta Stöver e Nathalie Gebert discutono di questo problema e del loro approccio unico alla formazione del "glossario delle molteplicità" della zine in INTER-