b. 1999.

Il lavoro di Léna Lewis-King si confronta con le trasformazioni magiche quotidiane che emergono all'interno delle intersezioni tra natura e tecnologia. Il suo lavoro è presentato attraverso i mezzi di film e immagini in movimento, fotografia, pittura, disegno digitale e installazione. Inquadrando la sua prospettiva da un punto di vista femminista, spesso presenta aspetti psichici e spirituali dell'esperienza vissuta, mentre i suoi film meditano sull'impatto che l'accelerazione tecno-capitalista esercita sulla vita effimera e sul vivere nel mondo.

Léna ha iniziato a lavorare nel cinema a 16 anni quando ha partecipato a un concorso per partecipare al programma per giovani registi Into Film ospitato all'ICA di Londra. L'anno successivo ha ricevuto una commissione dalla serie Random Acts di Channel 4 per produrre e dirigere il suo primo film "Untitled Sequence" nel 2017, che è stato proiettato nei cinema di tutto il Regno Unito. Dal 2018 in poi, Léna ha tenuto conferenze sui suoi progetti cinematografici presso SPACE Studios e Screen 25 London e il suo lavoro è stato mostrato all'ICA London, Channel 4, South London Gallery, BFI London, Chisenhale Gallery London, The Armory Show New York e in numerosi festival cinematografici. Il suo film "L'autroritratto" è stato presentato nella mostra "Io Dico Io - I Say I" alla Galleria Nazionale di Roma da marzo a giugno 2021. Léna è attualmente selezionata come uno degli "Artists to Watch 2021" di ArtConnect e ha recentemente mostrato alla The Bomb Factory Foundation di Londra come parte del loro ' Artist Film Festival '.

CV disponibile su richiesta.